fbpx


Ci troviamo su XAU/USD .
L’oro nella settimana passata ha creato una schematica pulitissima in time frame daily e H4.
Il prezzo dopo aver avuto un impulso che lo ha spinto da 1810 dollari l’oncia a 1915 dollari, ha avuto una correzione, quindi un ritracciamento, esattamente nella Golden zone.
Come se non bastasse il prezzo ha rispettato al millimetro una zona di demand H1, per poi reagire a rialzo di oltre 300 pips.
Cosa ci possiamo aspettare dall’oro ora?
La mia visione personale è ancora rialzista, dove il prezzo prima di un forte crollo, andrà a ritestare i livelli di supply, nonchè il massimo annuale a livello 1950.
Da tenere sotto controllo l’indice del dollaro, che ha favorito il rialzo dell’oro grazie ad un crollo nel fine settimana, con il rilascio dei dati macroeconomici del NON FARM PAYROLL.
I dati sul mercato del lavoro americano inferiori rispetto alle attese lasciano intendere che la Fed resterà ancora cauta per un certo periodo, non aiutando così l’indice del dollaro.
Nonostante i dati sul payroll abbiano deluso il consenso degli economisti, non va tuttavia dimenticato che la retribuzione media oraria è salita su base annua dell’1,9%, contro una previsione di crescita dell’1,6%.
Aziende come McDonalds e Walmart aumentano i salari per invogliare i lavoratori a tornare più velocemente, aggiungendo benzina al fuoco inflazionistico degli Stati Uniti .
In settimana pubblicherò i livelli freschi tradabili per questo asset.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: