fbpx


(Teleborsa) – Prosegue con segni contrastanti la borsa di Wall Street, sui timori di riacutizzazione delle dispute commerciali Stati Uniti e Cina, mentre gli investitori temono una seconda ondata di contagi della pandemia dopo gli sforzi di vari Stati per allentare il lockdown.

Sul fronte macro, l’unico dato in agenda è stato quello sugli ordinativi industriali di marzo, crollati oltre il previsto.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones sta lasciando sul parterre lo 0,78%; sulla stessa linea, si muove al ribasso lo S&P-500, che perde lo 0,36%, scambiando a 2.820,48 punti. Leggermente positivo il Nasdaq 100 (+0,45%) mentre lo S&P 100 cede lo 0,31%.

Si distinguono nel paniere S&P 500 i settori energia (+1,02%) e informatica (+0,48%). Tra i peggiori della lista dell’S&P 500, in maggior calo i comparti beni industriali (-2,06%), finanziario (-1,66%) e beni di consumo per l’ufficio (-0,49%).

Tra i protagonisti del Dow Jones, Microsoft (+1,74%), Exxon Mobil (+1,31%), Walgreens Boots Alliance (+1,01%) e Home Depot (+0,83%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su United Technologies, che continua la seduta con -5,72%.

Lettera su Boeing, che registra un importante calo del 4,09%.

Affonda DOW, con un ribasso del 3,98%.

Crolla Caterpillar, con una flessione del 3,54%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Tesla Motors (+4,99%), Bed Bath & Beyond (+4,97%), Moderna (+3,46%) e Viacom (+3,24%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su American Airlines, che ottiene -10,49%.

Vendite a piene mani su Marriott International, che soffre un decremento del 3,87%.

Pessima performance per Western Digital, che registra un ribasso del 3,78%.

Sessione nera per Wynn Resorts, che lascia sul tappeto una perdita del 3,75%.





Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: