fbpx


  1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 


FACEBOOK
TWITTER
LINKEDIN

I ministri dell’OPEC+ hanno sospeso i colloqui sul livello di produzione di petrolio da concordare per i prossimi mesi. Dopo lo scontro della scorsa settimana, che ha visto gli Emirati Arabi Uniti opporsi alla proposta di proroga di otto mesi per limitare la produzione, ieri il ministro dell’energia saudita, il principe Abdulaziz bin Salman, ha chiesto “compromesso e razionalità” per ottenere un accordo dopo due giorni di discussioni fallite la scorsa settimana.

Stando a quanto riferisce l’agenzia Reuters, il nuovo incontro previsto per oggi è stato annullato in virtù del fatto che non ci sono stati progressi nella risoluzione della questione. Nessuna nuova data è stata concordata.

Stando a quanto ricostruito, gli Emirati Arabi Uniti erano d’accordo con Arabia Saudita e altri membri dell’OPEC+ sulla proposta per aumentare la produzione gradualmente di circa 2 milioni di barili al giorno da agosto a dicembre, ma hanno rifiutato di estendere i restanti tagli fino alla fine del 2022 rispetto all’attuale data di fine aprile 2022. Nulla di fatto che significa che non ci sarà l’atteso aumento della produzione da agosto.

Il future sul WTI ha accelerato al rialzo in area 76 dollari, con un progresso dell’1% e nei pressi dei top dal 2014 toccati la scorsa settimana.





Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: