fbpx


(Teleborsa) – Incremento dell’aliquota fiscale dal 37% al 39% per tutti gli statunitensi con un reddito superiore ai 435mila dollari e un aumento dell’imposta sulle società al 26,5% (oggi al 21%) per le grandi aziende – con guadagni superiori ai 5 milioni di dollari – rispetto al 28% proposto in origine dal Presidente Biden. Sono le proposte contenute in una bozza fatta circolare da un gruppo molto influente di Democratici alla Camera dei Deputati nella giornata di ieri e che dovrebbe raccogliere complessivamente 2.900 miliardi di nuove tasse.

Per quel che riguarda le aziende più piccole non dovrebbero vedere le loro tasse variare ma potrebbero anzi vederle ridotte in base al piano. “Molti elementi della nuova bozza ridimensionano gli aumenti fiscali più ambiziosi richiesti da Biden all’inizio di quest’anno. Ma le idee prese insieme equivalgono a un significativo allentamento dei tagli fiscali attuati dai repubblicani sotto l’ex presidente Donald Trump quattro anni fa”, ha rilevato il Washington Post sottolineando che la proposta ha ricevuto elogi da parte della Casa Bianca.

Nella proposta figura infatti anche un aumento inferiore al previsto del tasso di plusvalenza pagato dagli investitori che passerebbe dal 20% al 25%. Il piano di Biden aveva suggerito di raddoppiare il tasso di plusvalenze. In cambio, tuttavia, il piano dei deputati Democratici ha previsto anche una nuova “sovrimposta sugli individui ad alto reddito” per gli americani che guadagnano più di 5 milioni di dollari, una misura che secondo i firmatari permetterebbe di raccogliere più di 127 miliardi di dollari.

(Foto: Kmccoy )





Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: