fbpx


Tutti gli occhi sono ancora sulla Fed dopo il report sul lavoro di venerdì.

A Wall Street si dice:

“Non dimentichiamoci che alcune nostre idee che ci spingono a comprare, sono le stesse che spingono altri a vendere.”

Warren Buffet

Nell’ultima sessione a Wall Street, l’SP 500 è salito del +0,75%. Nel momento in cui scrivo questa analisi i futures statunitensi sono negativi: Nasdaq -0,16%, per l’S&P 500 -0,18% e per il Dow Jones -0,22% circa. Oggi la Borsa USA sarà chiusa per festività (Indipendence Day)

Perché il mercato ha chiuso positivo nell’ultima sessione a Wall Street?

  • Gli indici S&P 500 e Nasdaq 100 venerdì hanno registrato nuovi record e hanno chiuso con forti rialzi. Le azioni sono aumentate grazie ad un report in definitiva neutro, ne buono ne pessimo sulla disoccupazione di giugno negli Stati Uniti , che di per sé non spingerà la Fed verso una decisione negativa. Gli stipendi di giugno sono stati più alti del previsto, ma i mercati hanno prestato maggiore attenzione all’aumento di +0,1 punti del tasso di disoccupazione poiché la Fed sta puntando più sul tasso di disoccupazione che sugli stipendi per le sue decisioni politiche (ricordatevi questa frase, ne riparleremo in futuro…).
  • Il numero dei dipendenti iscritti nei libri paga degli Stati Uniti di giugno sono aumentati di +850.000 unità, un valore superiore alle aspettative del mercato di +711.000.
  • Il tasso di disoccupazione di giugno è aumentato di +0,1 punti al 5,9%, questo dimostra un mercato del lavoro più debole delle aspettative con un calo di -0,2 punti al 5,6%.
  • Il mercato azionario ha anche trovato un certo supporto dalla notizia che gli ordini di fabbrica di maggio sono aumentati del +1,7%, leggermente più delle aspettative del mercato di +1,6%.
  • Gli ordini di fabbrica di aprile sono stati rivisti al rialzo a -0,1% da +0,7%.
  • Gli ordini di fabbrica di maggio franco trasporto sono aumentati di +0,7% m/m, in aggiunta all’aumento rivisto del +1,0% di aprile (prelim +0,5%).
  • I titoli tecnologici sono stati molto tonici venerdì e hanno contribuito a spingere al rialzo il mercato nel suo complesso.
  • I maggiori rialzi del Nasdaq 100 con rialzi vicini al 2% o superiori sono stati:
    Alphabet , Amazon, Microsoft e Apple .
  • Virgin Galactic ha chiuso il +3,36%. La notizia è che il suo fondatore Richard Branson dovrebbe essere a bordo del prossimo lancio di razzi della compagnia l’11 luglio, battendo il piano di Jeff Bezos di Amazon di volare nello spazio il 20 luglio.
  • Come precedentemente annunciato, Andy Jassy assumerà il ruolo di nuovo CEO di Amazon lasciato da Jeff Bezos il 5 luglio.

Cosa invece non ha aiutato il mercato nell’ultima sessione?

  • Tra i titoli peggiori del Nasdaq 100 troviamo Baidu , Pinduoduo e JD .com e Walgreens,
  • Didi Global venerdì è scesa del -5,3%. La notizia è stata che il governo cinese ha dichiarato che sta iniziando una revisione della sicurezza informatica della società cinese che si occupa di corse.

Il mercato azionario sta avendo il sostegno dell’ottimismo secondo cui un ritmo più rapido delle vaccinazioni in tutto il mondo contro il Covid porterà a un allentamento delle restrizioni e continueranno a stimolare l’attività economica.

  • La media di 7 giorni delle nuove infezioni da Covid negli Stati Uniti venerdì è scesa al minimo di 15 mesi a 11.351. A livello globale, le infezioni da Covid sono ora pari a 182 milioni, con morti che superano i 3.956.000.

La mia opinione ed il mio punto sul mercato oggi:

I mercati asiatici sono stati divergenti questa notte tranne senza troppi spunti in attesa dei mercati statunitensi chiusi per il giorno dell’indipendenza

Faccio notare che i futures degli Stati Uniti sono scesi dopo che Wall Street ha chiuso una settimana da record venerdì.

Gli indici azionari hanno raggiunto nuovi massimi storici.

Gli investitori hanno accolto con entusiasmo un report che tutto sommato è stato neutrale.

  • Un dato che piace alla Fed è migliorato (numero delle assunzioni).
  • Un dato che non piace a me è aumentato (aumento degli stipendi).

I prezzi del petrolio sono scesi. Gli Emirati Arabi Uniti hanno respinto un piano del cartello petrolifero OPEC e dei paesi produttori alleati per estendere il patto globale per tagliare la produzione di petrolio oltre l’aprile 2022.

Uno dei più grandi produttori di petrolio del gruppo, gli Emirati Arabi Uniti vuole aumentare la sua produzione – creando una competizione con l’alleato e il peso massimo dell’OPEC, l’Arabia Saudita, che invece spinge per mantenere un cap sulla produzione.

  • Venerdì, l’S&P 500 è salito dello 0,8%, segnando il suo settimo guadagno consecutivo e il settimo massimo consecutivo di tutti i tempi.
  • L’indice di riferimento ha anche segnato il suo secondo guadagno settimanale di fila.
  • Anche il Nasdaq ha stabilito un record, aiutato dai titoli tecnologici, che hanno spinto il rally del mercato nel suo complesso.
  • Negativi i titoli energetici e le banche.
  • Scendono anche i rendimenti del Tesoro .

Il mercato ha letto il report come un segnale che il numero dei disoccupati calerà progressivamente man mano che più persone si vaccinano e la pandemia si attenua.

Più importante per i mercati, questo è stato percepito come che la Federal Reserve può rimanere sulla rotta che ha stabilito, mantenendo i tassi di interesse bassi ancora un po’ più a lungo per sostenere l’economia.

I livelli dei 3 maggiori indici americani dopo l’ultima sessione di borsa sono:

  • L’S&P 500 è salito di 32,44 punti a 4.352,33 per un +0,52%. Nuovo massimo storico.
  • Il Dow Jones è salito di 152,82 punti a 34.786,36 per un +0,38%. Nuovo massimo storico.
  • Il Nasdaq 100 ha guadagnato 167,58 punti, o +1,15%, a 14.727,63. Nuovo massimo storico.

L’indice Russell 2000 rappresentativo delle small-cap ha perso il -1,09%, adesso vale 2.301,75.

Il rendimento del Treasury a 10 anni, che influenza direttamente i tassi di interesse sui mutui e altri prestiti al consumo, ha chiuso a 1,431% dall’1,470% del giorno precedente.

Il valore dell’oro dal minimo di marzo di 1680$ dollari l’oncia ha guadagnato 109$ ed adesso si attesta sui $1789 dollari.

Il prezzo del greggio americano è sceso di 11 centesimi a 75, 05 dollari al barile.

L’indice di volatilità VIX S&P 500 ha chiuso a 14,67 abbastanza vicino al minimo di 14,10 nuovo minimo degli ultimi quattro anni e lontano dal massimo recente dell’ultimo mese di 21,82.

L’esecuzione di investimenti, posti in essere dovranno essere fatti sotto la supervisione di un professionista di vostra fiducia iscritto all’apposito Albo, saranno quindi a vostro completo rischio, non assumendo personalmente alcuna responsabilità al riguardo. L’operatività descritta è proposta in maniera teorica e allo scopo formativo nei mercati finanziari. L’intento di questa analisi è quindi esclusivamente divulgativo e non costituisce stimolo all’investimento e/o consulenza finanziaria.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: