fbpx


I futures su azioni statunitensi e i rendimenti obbligazionari sono aumentati in vista di nuovi dati sull’inflazione che potrebbero influenzare la tempistica della Federal Reserve per ridurre le misure di stimolo.

I futures per l’ hanno guadagnato lo 0,3% venerdì. L’indice si è ritirato giovedì, ma era sulla buona strada per la sua settimana di guadagni più forte da febbraio. I contratti per il Nasdaq-100 incentrato sulla tecnologia sono aumentati dello 0,3% venerdì e i futures per il sono aumentati dello 0,1%.

Gli economisti intervistati dal Wall Street Journal si aspettano che l’inflazione negli Stati Uniti abbia raggiunto un massimo da quasi quattro decenni a novembre. Le pressioni sui prezzi sono state guidate dalla forte domanda e dai problemi della catena di approvvigionamento legati alla pandemia, nonché dall’aumento dei prezzi dell’energia.

La Federal Reserve terrà una riunione di due giorni la prossima settimana in cui potrebbe fornire maggiori dettagli su come intende chiudere il suo programma di acquisto di obbligazioni e quando prevede di iniziare ad aumentare i tassi di interesse. Gli investitori stanno aspettando di vedere se i funzionari segnalino una fine dello stimolo più rapida di quanto attualmente previsto e come caratterizzano l’inflazione.

“Quello che vediamo è questa mancanza di direzione [nei mercati]: un giorno sale, un giorno scende e oggi ciò che stiamo veramente cercando di vedere sono i numeri dell’inflazione negli Stati Uniti”, ha affermato Frank Øland Winther, capo stratega globale presso Danske Bank (CSE:) .
Venerdì, sui mercati obbligazionari, il rendimento dei titoli del Tesoro a 10 anni, che sale quando i prezzi scendono, è salito all’1,511%, dall’1,486% di giovedì. I futures sul , il punto di riferimento nei mercati petroliferi globali, sono aumentati dello 0,4% a 74,71 dollari al barile e sono aumentati di quasi l’8% nel mese.

Nel trading pre-mercato, le azioni Oracle (NYSE:) hanno guadagnato oltre il 10% dopo che il gigante dei database ha riportato risultati del secondo trimestre che hanno superato le stime. Le azioni Broadcom hanno guadagnato oltre il 5% dopo che la società ha pubblicato risultati migliori del previsto, fornito una solida guida per il trimestre di gennaio, aumentato il dividendo e annunciato un programma di riacquisto di azioni. 

 



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: