fbpx



Chiara Ferragni entra nel consiglio di amministrazione di Tod’s. La notizia, data questa mattina, è stata motivata dalla società del presidente Diego Della Valle con la necessitò da parte delle aziende di occuparsi di impegno sociale, della solidarietà verso il prossimo e della sostenibilità nel rispetto dell’ambiente e del dialogo con le giovani generazioni.

A seguito della notizia le azioni del gruppo Tod’s sono scattate al rialzo a Piazza Affari, dove la società è ora fra i migliori titoli con un guadagno del 9,8% a 31,58 euro. Tod’s, che ieri aveva chiuso con una capitalizzazione di 945 milioni di euro, ora ne vale quasi 1.040 con un “effetto Ferragni” quantificabile dunque in quasi 100 milioni di euro.

Loading…

«Mi fa molto piacere che Chiara Ferragni sia entrata nel cda di Tod’s» commenta Della Valle, proseguendo poi: «La conoscenza di Chiara del mondo dei giovani sarà sicuramente preziosa. Inoltre, insieme, cercheremo di costruire progetti solidali e di sostegno per chi ha più bisogno, sensibilizzando e coinvolgendo sempre di più le nuove generazioni in operazioni di questo tipo».

Tod’s si dice certa che la conoscenza di Ferragni del mondo dei giovani, unita all’esperienza dei membri del consiglio di amministrazione, possa costruire un gruppo di pensiero dedicato a progetti focalizzati alla solidarietà verso gli altri, con forte attenzione al mondo giovanile che, mai come in questo momento, ha bisogno di essere ascoltato. Dal canto suo Ferragni, ceo di Serendipity e di Tbs crew, ha commentato: «Ringrazio Diego Della Valle per la fiducia e il rispetto che ha nei miei confronti come donna e manager. Unirmi al gruppo Tod’s significa dare voce alla mia generazione con una delle eccellenze dell’Italia nel mondo».

L’impegno sociale dei Ferragnez

Ambrogino d’oro ai Ferragnez: “Speriamo di fare sempre di più”

«Siamo molto onorati e speriamo di fare sempre di più per la città di Milano e per l’Italia». Chiara Ferragni e Fedez avevano commentato così la benemerenza civica ricevuta dal sindaco di Milano Beppe Sala. La coppia ha ricevuto nel dicembre scorso l’Ambrogino d’oro perchè «durante la prima fase dell’emergenza sanitaria, hanno messo la notorietà al servizio della lotta al Covid-19 per provare a lenire le ferite della loro città» anche attraverso una raccolta fondi per l’ampliamento in tempi record del reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: