fbpx


© Reuters. Il premier Giuseppe Conte al parlamento a Roma, 21 aprile 2020

ROMA (Reuters) – Il premier Giuseppe Conte apre a forme di allentamento su base territoriale delle misure introdotte per limitare il contagio da coronavirus, ma ha messo in guardia le Regioni dall’assumere iniziative unilaterali.

“Preferisco dirlo forte e chiaro, qui in Parlamento, a rischio di apparire impopolare: il Governo non può assicurare il ritorno immediato alla normalità della vita precedente”, ha detto il presidente del consiglio durante un’informativa alla Camera.

L’Italia ha registrato 27.682 morti per coronavirus, il tasso più alto in Europa, mentre i casi totali hanno superato quota 200.000.

Con un decreto firmato la scorsa settimana, Conte ha prorogato la sospensione di tutte le attività economiche non essenziali e le limitazioni alla libertà di circolazione fino al 4 maggio.

Ciò nonostante, alcune regioni si oppongono agli indirizzi dettati da Roma. La Calabria a guida centrodestra ha annunciato ad esempio la riapertura di bar e ristoranti.

“Non ci sarà un piano rimesso a improvvide iniziative di singoli enti locali. Iniziative che comportino misure meno restrittive non sono possibili, perché in contrasto con le norme nazionali, quindi sono da considerarsi a tutti gli effetti illegittime”, ha detto Conte.

Il governo è comunque pronto a concordare con i governatori riaperture circoscritte “su base territoriale, in modo da tener conto delle regioni in cui la situazione epidemiologica sia più circoscritta”.

La chiusura di aziende ed esercizi commerciali ha spinto l’Italia nella peggior recessione dal dopoguerra. I dati Istat diffusi oggi hanno certificato una contrazione del prodotto interno lordo di 4,7 punti nel primo trimestre, comunque inferiore al -5,5% stimato dal Tesoro, che prevede un crollo del Pil dell’8% nell’intero 2020.

Conte ha spiegato che nel ‘decreto maggio’ il governo stanzierà 25 miliardi a sostegno di lavoratori dipendenti e autonomi e 15 miliardi per le imprese.

Va intanto avanti la progettazione della ‘Fase 2’ nella quale, dice Conte, “occorrerà valutare la possibile riapertura, in modalità sperimentale, di nidi e scuole dell’infanzia, oltre ai centri estivi e ad altre attività ludiche ed educative destinate a nostri bambini”.

(Giuseppe Fonte, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.





Source link

REGISTRATI ORA