fbpx



Lvmh, ovvero Louis Vuitton Moet Hennessy, leader mondiale dei prodotti di lusso, chiude i primi nove mesi del 2021 con un fatturato di 44,2 miliardi di euro, in progresso del 46% rispetto allo stesso periodo 2020, di cui quasi la metà arrivano dai vestiti Dior, le borse di Vuitton e le scarpe di Fendi. La crescita organica si è attestata al 40%, e tiene conto anche di Tiffany, entrata nel perimetro del gruppo a fine 2020.

L’acquisto della griffe Usa ha fatto quasi triplicare la divisione gioielli, che comprende anche Bulgari, che passa dai 2,26 miliardi del 30 settembre 2020 a quota 6,1 miliardi (+49% sul base organica e +4% rispetto al periodo prima della Pandemia). Il settore profumi e cosmetici ha registrato invece una crescita organica dei ricavi del 30% nei primi nove mesi del 2021, a 4,668 miliardi, rispetto allo stesso periodo del 2020.

Ma il colosso che fa capo a Bernard Arnault cancella l’effetto pandemia, dato che nei nove mesi la  crescita organica di Lvmh rispetto al 2019 è stata dell’11%, con una tendenza del terzo trimestre (+11%) simile a quella del primo semestre, sia per aree geografiche, sia per attività, e in attesa di una quarto trimestre anche migliore, dato che nell’ultima parte dell’anno il fatturato del gruppo viene trainato dai regali.

La divisione moda e pelletteria, nel terzo trimestre ha vantato vendite da record pari a 21,3 miliardi (+53% sul 2020), con una crescita organica del 38% sul 2019, identica a quella dei primi sei mesi, specifica la nota del gruppo, sottolineando che il rialzo dei ricavi in Asia e Stati Uniti è stato a doppia cifra. Da segnalare anche la performance birllante per la divisione vini e alcolici che ha registrato un progresso del fatturato del 27% (+30% organico) a 4,2 miliardi. Archiviata, anche in questo caso, la crisi del Covid: rispetto al 2019 la crescita è stata del 10%.

“Lvmh confida nel proseguimento dell’attuale crescita; manterrà una strategia incentrata sul rafforzamento continuo della desiderabilità dei suoi marchi – spiega il gruppo in una nota –  facendo affidamento sull’autenticità e sulla qualità dei suoi prodotti, sull’eccellenza della loro distribuzione e sulla reattività della sua organizzazione. Lvmh conta sulla natura dinamica dei suoi marchi e sul talento dei suoi team per rafforzare ulteriormente la sua posizione di leadership globale nei beni di lusso ancora una volta nel 2021”.
 



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: