fbpx

[ad_1]

Dura poco la ripresa dei mercati  dopo l’allarme del virus cinese. Infatti alle 15 il Ftse Mib perdeva lo 0,57%. Intanto lo spread, cioè il differenziale di rendimento tra Bund tedeschi e Btp italiani, segna i 165 punti, in aumento anche a causa dell’incertezza politica. Incertezza che si ripercuote anche sulle banche. Per quanto riguarda il rendimento del titolo di stato a 10 anni, si vede un saldo a 1,395%.

I mercati del Vecchio Continente

Nello stesso momento il Ftse 100 di Londra  perdeva lo 0,3% mentre il Cac 40 di Parigi era a -0,1%. Per quanto riguarda il Dax di Francoforte arginava le perdite a un -0,03%.

Wall Street

Da parte sua invece Wall Street riesce a reggere. Alle 15.15 (ora italiana) l’S&P saliva dello 0,38%, il Nasdaq arrivava a 0,62% mentre il Dow si fermava a un pur sempre positivo 0,23%.

Le ultime raccomandazioni a Piazza Affari

Tra le ultime raccomandazioni a Piazza Affari sono da segnalare i diversi rating accumulate da parte di Banca Akros in particolare su Ferrari con target di 190 euro e Fincantieri (target a 1,20 euro). Accumulate anche per Mediaset con target di 3 euro. Intanto Goldman Sachs assegna un buy a Saipem(fair value a 6,50 euro) mentre Jefferies consiglia di comprare Recordati a 46,50 euro.

Le ultime raccomandazioni a Wall Street

Tra le ultime raccomandazioni a Wall Street sono da citare la conferma su Amazon.com Inc. confermata nel suo Buy da Pivotal Research che ha anche aumentato il suo obiettivo di prezzo a $ 2,250 da $ 2,100. Boeing Co. invece deve subire il taglio da parte di Vertical Research che la fa scendere da Buy a Hold con target abbassato a $ 294 da $ 388. Conferma di Buy su Broadcom Inc. con un prezzo target di $ 360 secondo quanto stabilito da New Street Research.

Gli eventi più importanti attesi nel calendario economico

Tra i dati pubblicati oggi è da citare il numero negativo su fatturato e ordini all’industria italiani. Nel primo caso si vede un calo allo 0% contro lo 0,6% di ottobre mentre per gli ordini di novembre un altro calo dallo 0,6% del mese precedente a -0,3%. Dagli Usa le richieste di mutui sono in negativo a -1,2%. Per domani invece l’unico dato degno di nota è quello preliminare sulla fiducia dei consumatori di gennaio in Europa. Gli Usa offriranno invece solo i dati settimanali. Per la precisione: stoccaggi di gas e petrolio e richieste dei sussidi di disoccupazione.

Domani è attesa la decisione della BCE sui tassi e alle 14,30 la conferenza della Lagarde.

Mercati ad un punto decisivo

Da domani o si riparte al rialzo oppure si potrebbe iniziare a scendere.

Quali sono i livelli che manterranno il trend al rialzo?

Chiusure di contrattazione del 23  gennaio  superiori a:

S&P 500

3.276

Dax Future

13.357

Eurostoxx Future

3.733

Ftse Mib Future

23.600

Si procederà per step.

[ad_2]

Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: