fbpx



MILANO – Ciclicamente si è parlato, in più parti del mondo – dalla Spagna all’Islanda, passando per Unilever in Nuova Zelada -, di tagliare la settimana lavorativa da cinque a quattro giorni. Sono state adottate anche iniziative sperimentali in questo senso, ma finora non si è mai usciti dall’ambiente test. Ora, dopo la scorpacciata di smart working e l’accelerazione digitale arrivate con la pandemia, quando l’argomento torna sul tavolo sembra che siamo davvero di fronte a una svolta possibile in modo strutturale, non solo in ambiente “test”.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: