fbpx


  1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 


FACEBOOK
TWITTER
LINKEDIN

Importanti cambiamenti in atto nell’asset allocation per contrastare l’inflazione. Gli investitori istituzionali e gli asset managers stanno infatti pianificando di investire in strategie che forniscono una copertura e una protezione contro l’aumento dell’inflazione. Lo riporta la nuova ricerca di Tabula, provider Europeo di ETF obbligazionari, che ha intervistato 100 gestori patrimoniali e investitori istituzionali di Regno Unito, Francia, Germania, Italia e Svizzera, che gestiscono collettivamente quasi 100 miliardi di dollari di asset in gestione.

Lo studio di Tabula mostra che il 95% dei gestori patrimoniali e degli investitori istituzionali intervistati stanno già investendo in prodotti che forniscono una certa copertura e protezione contro l’inflazione. Nove su dieci (90%) prevedono di apportare modifiche alla loro asset allocation per aumentare la protezione all’inflazione. I risultati della ricerca mostrano che sette rispondenti su dieci prevedono di aumentare la loro allocazione agli ETP obbligazionari legati all’inflazione e otto su dieci a bond legati all’inflazione (36% aumenteranno fortemente l’allocazione).

Fonte: Tabula

“Il mondo ha vissuto 30 anni di inflazione stabile, dovuta principalmente all’effetto deflazionistico della Cina e di altri paesi emergenti come il Vietnam e l’Indonesia che entrano nel mercato del lavoro globale. Tuttavia, stiamo cominciando a vedere un’inversione di tendenza. Questo, combinato con uno spostamento verso l’autarchia mentre le nazioni diventano sempre più orientate verso l’autonomia, sta portando alcuni a suggerire che l’attuale trend di inflazione potrebbe persistere nel medio-lungo termine” ha detto il ceo di Tabula Michael John Lytle. “Gli investitori professionali ne hanno preso atto e stanno agendo per dotare i loro portafogli di una certa protezione all’inflazione”.

Un ETF per puntare sull’inflazione USA

Il US Enhanced Inflation UCITS ETF di Tabula è l’unico ETF esistente che fornisce un’esposizione all’inflazione americana sia attesa che realizzata in un solo ETF. Lo fa combinando l’esposizione a un portafoglio di TIPS statunitensi con l’esposizione alle aspettative di inflazione statunitense (breakeven a 10 anni). Tabula segnala che l’ETF, con circa 100 milioni di dollari di assets gestiti, sta attirando un interesse crescente da parte di investitori istituzionali e gestori patrimoniali in tutta Europa. Il fondo è quotato nelle principali borse europee.

Quando si tratta di ETF che combinano l’esposizione a un ampio portafoglio di obbligazioni legate all’inflazione statunitense (TIPS) e che fungono anche da strumento efficiente per catturare le aspettative di inflazione degli Stati Uniti, il 47% degli investitori professionali intervistati ha detto che tali prodotti sono “molto attraenti nel contesto attuale, e il 51% li ha descritti come “abbastanza attraenti”.





Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: