fbpx


  1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 


FACEBOOK
TWITTER
LINKEDIN

“Considerando che ad agosto si avvertivano già gli effetti della carenza di materie prime e semiconduttori che aggravavano le mancate forniture conseguenti a colli di bottiglia nella catena del valore, il dato va letto positivamente. Bisogna pazientare ed attendere il dato di settembre, dove la carenza di materie prime e le strozzature nelle catene del valore si sono fatte più pressati, per comprendere gli eventuali riflessi sulla produzione”. Così Lucio Poma capo economista di Nomisma dopo la pubblicazione da parte dell’Istat del dato di agosto sulla produzione industriale che ha fermato la sua crescita mostrando una leggerissima flessione del – 0,2% su base mensile, mentre ha registrato un aumento su base trimestrale dell’1,1% più alto dello 0,6% registrato a luglio.

“Da tempo avevamo segnalato che il maggiore ostacolo per la spettacolare crescita dell’economia italiana risiedeva nella carenza delle materie prime e negli anelli deboli della catena del valore. Per adesso il sistema produttivo ha retto all’urto e i chips sono stati messi come uno degli obiettivi prioritari dell’agenda dell’Unione nel discorso tenuto ieri dal presidente della commissione europea Ursula von der Leyen. Attendiamo settembre”, conclude Lucio Poma.





Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: