fbpx



© Reuters. AllianzGI: il rally di Natale è partito da tempo

Anche se probabilmente non assisteremo a un rally di fine anno, non dimentichiamo che abbiamo beneficiato di un “lungo rally annuale” sino a novembre, interrotto solo da qualche “pit stop”

Come ogni fine anno ci si chiede se ci sarà il “rally di Natale”. A questa domanda risponde Hans-Jörg Naumer, Director global capital markets & thematic research di Allianz (DE:) Global Investors nel consueto appuntamento con “The Week Ahead”.

RIPRESA IN CORSO

“Il nostro indice proprietario Macro Breadth ha evidenziato un lieve rialzo – scrive l’economista – per la prima volta in cinque mesi. L’incremento si deve per lo più a Stati Uniti, Area euro e Giappone. Per contro, le condizioni nel Regno Unito e in molti Paesi emergenti, Cina compresa, sono ulteriormente peggiorate. Ciononostante, le incertezze legate alla nuova variante di Covid-19 mettono in ombra qualsiasi trend a livello economico”. I timori per la variante Omicron sembrano essersi affievoliti, anche grazie alle notizie positive provenienti dalle società farmaceutiche relative ai vaccini. I mercati non hanno festeggiato ma si sono tranquillizzati…

Continua la lettura

** Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.



Source link

REGISTRATI ORA