fbpx


La Banca Centrale Statunitense è pronta ad intervenire per sostenere l’economia a Stelle e Strisce. Prima che il coronavirus iniziasse a spargere i suoi letali effetti in tutto il mondo, la crescita americana viaggia a tutta forza. Gli indici Statunitensi si trovavano tutti sui massimi storici e non passava giorno senza ritoccare il record. Con queste premesse Donald Trump si avviava alle elezioni presidenziali di novembre da una posizione di forza.

La Fed pronta a tagliare i tassi nella prossima riunione

Tuttavia, adesso le conseguenze a livello mondiale del coronavirus hanno cambiato le carte in tavola. Un effetto esogeno, una causa che proviene da fuori del mercato Usa, ha messo in serio pericolo la corsa della locomotiva Statunitense. Una situazione che per Trump è inaccettabile perché indebolisce notevolmente la sua leadership. E’ scontato che dalla Federal Reserve, che ricordiamo è indipendente, il Presidente pretenderà un’azione immediata e risoluta per fare ripartire l’economia a tutto vapore. Ciò significa che appare inevitabile che nella riunione del 17-18 marzo prossimi l’istituto bancario metterà in campo una riduzione dei tassi.

I mercati nel panico sperano nella Fed

Secondo un sondaggio del fine settimana, al taglio crede oramai il 100% degli operatori, mentre erano solo il 10% una settimana prima. Rafforzano questo pensiero le parole del Presidente Jerome Powell, che ha sostenuto di usare tutti gli strumenti a sua disposizione per sostenere l’economia americana. Musica per le orecchie dei mercati che a questo punto scontano un taglio della Fed dello 0,25%. Ma sanno anche che se questo non fosse sufficiente, Powell è pronto a tagliare di un altro 0,25% nella riunione di aprile. Tassi più bassi significa costo del denaro ridotto e quindi ulteriore benzina per la crescita economica. Ma i fondamentali della economia Usa prima del corona virus erano solidi e questa crisi in realtà rappresenta un inciampo. Quando tra qualche mese la Cina tornerà a produrre a pieno regime, l’economia Usa tornerà a correre ancora più forte. I mercati lo sanno e poiché scontano in anticipo le notizie il taglio dei tassi è certamente un incentivo per Wall Street per tornare a salire verso nuovi record



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: