fbpx


Sondaggio: gli europei vogliono che siano i singoli Paesi a regolamentare le crypto, non l’UE

Un sondaggio su larga scala, che ha preso in esame 12 Stati dell’Unione Europea, ha rivelato che la maggior parte dei cittadini europei preferirebbe che siano i governi locali a creare e regolamentare le criptovalute. Redfield & Wilton Strategies ha condotto un sondaggio per Euronews, intervistando 31.000 partecipanti in Estonia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Lettonia, Lituania, Olanda, Polonia, Portogallo e Spagna.

Nel contesto delle nuove normative crypto proposte dalla Commissione Europea (CE), gran parte degli intervistati da tutte le nazioni ha supportato la creazione di una criptovaluta nazionale. La ragione principale per un token interno, però, è attribuita a una maggiore indipendenza finanziaria dall’Unione Europea.

Tra tutti, i partecipanti da Grecia (40%), Italia (41%) e Estonia (39%) hanno mostrato il maggiore supporto per una criptovaluta nazionale, mentre una media del 30% degli intervistati da altri paesi è a favore di una criptovaluta nazionale. In controtendenza, il 37% dei partecipanti olandesi si è opposto al lancio di iniziative crypto nazionali, superando considerevolmente il 18% in supporto.

Leggi il testo completo su Cointelegraph

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.





Source link

REGISTRATI ORA