fbpx


La multinazionale inglese Gkn driveline chiude il proprio stabilimento di Campi Bisenzio (Firenze) e ha aperto la procedura di licenziamento collettivo per tutti i propri 422 dipendenti. Lo rende noto Daniele Calosi, segretario generale della Fiom-Cgil di Firenze e Prato, secondo cui la multinazionale che produce componenti per l’automotive si assume “la responsabilità di un enorme danno sociale” ed economico, “con conseguenze nefaste per tutto l’indotto”.
    In seguito all’annuncio della chiusura della fabbrica, i lavoratori, oggi a casa per ferie concordate con i sindacati, sono entrati dentro la fabbrica e si sono riuniti in assemblea permanente. Circa un centinaio le persone, secondo quanto appreso, che ricevuta la notizia del licenziamento, si sono presentate davanti alla fabbrica e sono entrate. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


%d bloggers like this: