fbpx


© Reuters. Un uomo corre davanti l’ingresso della sede centrale Fca a Torino

MILANO (Reuters) – Fiat Chrysler (MI:) chiude il primo trimestre in rosso, penalizzata dalla crisi innescata dall’epidemia di coronavirus.

“La pandemia ha avuto e continua ad avere un impatto significativo sulle nostre attività”, dice il Ceo Mike Manley nella nota sui risultati.

La perdita netta nei primi tre mesi dell’anno ammonta a 1,69 miliardi di euro da un utile di 508 milioni nello stesso periodo 2019.

A causa del protrarsi dell’incertezza sulle condizioni di mercato e delle restrizioni all’operatività in relazione all’evolversi della pandemia da Covid-19, il gruppo ha ritirato la guidance per il 2020 e “fornirà un aggiornamento non appena vi sia una maggiore visibilità dell’impatto complessivo della crisi”.

Il gruppo — si legge nella nota — è pronto a riprendere la produzione quando le condizioni lo consentono, con misure intraprese a protezione dei dipendenti e a sostegno delle comunità in cui opera, gestendo al contempo la liquidità e la solidità finanziaria.

Nel trimestre l’Ebit adjusted è positivo per 52 milioni (-95%). In Nord America il dato ammonta a 548 milioni con un margine al 3,8%.

I ricavi netti scendono del 16% a 20,57 miliardi.

La liquidità disponibile è pari a 18,6 miliardi a fine trimestre, inclusiva di una linea di credito revolving da 6,25 miliardi di euro che è stata interamente utilizzata in aprile. Inoltre, sempre nel mese di aprile, la liquidità è stata ulteriormente rafforzata con una linea di credito aggiuntiva da 3,5 miliardi, attualmente inutilizzata.

Il gruppo continua a valutare tutte le opzioni di finanziamento e “si aspetta di accedervi con tempi e modalità ragionevoli al fine di rafforzare ulteriormente la struttura patrimoniale e incrementare la liquidità per ottimizzare la flessibilità finanziaria”, dice la nota.

Nonostante la situazione “inattesa e senza precedenti”, Fca e Groupe Psa rimangono impegnate alla fusione paritetica volta alla creazione di un leader mondiale nella mobilità. “Insieme, continuiamo a portare avanti i diversi filoni di attività finalizzati alla fusione e confermiamo l’impegno a chiudere l’operazione entro la fine del 2020 o all’inizio del 2021”.

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.





Source link

REGISTRATI ORA