fbpx


ENEL la storia continua

ENEL MIL:ENEL

Ezechiele



Su TV qualcuno si affanna a pubblicare 3-4-5-6 articoli giornalieri, per rafforzare un idea, modificarla o solo per avere qualche Like in più, necessario per salire in classifica, come se questa fosse importante per ottenere risultati profittevoli nel trade quotidiano. Ma spesso il risultato è controproducente, solo confusione. Io sono per la semplicità estrema.

Proseguo il mio “viaggio” con Enel, sono al terzo articolo in un mese e mezzo, nel primo ho dato un ordine di idea su quello che avremmo dovuto aspettarci da questo titolo e di conseguenza la correlazione con il nostro indice, non si parlava tanto di CoronaVirus, il titolo e l’indice salivano come se non esistesse un domani, ed erano gli inizi di Febbraio.

Nel secondo articolo indicazioni semplici, chiare, che vi riporto per quanto fossero scarne:

Si parte dall’articolo qui di sopra, le condizioni per shortarla prima sono mancate (arrivate con la rottura daily degli 8,25), abbiamo ora quella candela di inversione mensile che ci serviva, resta quindi quanto scritto in precedenza con un primo obiettivo sui 6,40-5,90; scendendo sotto i 5,60 invece il movimento perderebbe il paracadute di appartenere ancora al movimento impulsivo in atto (onda IV di 3). Nel settimanale il segnale long in corso dal Novembre 2018 è stato compromesso. Eventuali movimenti di rimbalzo sono nella logica del movimento, da ritenersi occasioni di nuovi ingressi short (ritorno verso 7,90-8,10), ricordo che la correlazione tra indice e questo titolo è molto forte.

Era il 28 Febbraio, abbiamo avuto il rimbalzo atteso, un ottima occasione di rientro ed ora siamo arrivati nell’area target e la grossissima differenza tra il baratro del titolo e dell’indice la farà la tenuta o meno di tale range, che oggi sarà messo a dura prova.

Al prossimo capitolo.

I LIKE dateli a chi li richiede, IO NON LI VOGLIO.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: