fbpx


(Teleborsa) – Il partito socialdemocratico Spd si avvia a vincere le elezioni parlamentari in Germania, segnando ufficialmente la fine dell’era Merkel, con il 25,7% dei voti, leggermente davanti ai conservatori, secondo un conteggio ufficiale provvisorio annunciato stamattina dalla Commissione elettorale federale.

Il campo conservatore Cdu-Csu ha ottenuto il 24,1% dei voti, il peggior risultato della sua storia, mentre i Verdi sono arrivati al terzo posto con il 14,8%, seguiti dal partito liberale Fdp con l‘11,5%.

Partita comunque sul filo con i socialdemocratici che guadagnano molti punti e conquistano un chiaro seppur lieve vantaggio, mentre per la Cdu, rispetto a quattro anni fa, è una disfatta. E questo ha fatto declamare a un emozionato Scholz, accolto da una lunga ovazione alla Willy Brandt Haus, che “la serata sarà lunga ma una cosa è chiara: i cittadini vogliono un cambiamento. E chiedono che il nome del prossimo cancelliere sia Olaf Scholz”.

Fra i conservatori dell’Unione invece Armin Laschet ha preso la parola per frenare gli entusiasmi dell’Spd: troppo presto, ha avvertito. “Il risultato per ora non è affatto chiaro. Noi metteremo ogni impegno per formare un governo a guida Unione”.

Il leader della Cdu ha dovuto ammettere di “non poter essere contento del risultato”, il crollo è di quasi nove punti rispetto a quattro anni fa. E lo schiaffo definitivo arriva quando si appura la conquista dell’Spd anche del collegio uninominale di Rügen, nel Land del Meclemburgo-Pomerania Anteriore, che Merkel aveva vinto per ben 8 volte di seguito dal 1990.

Ore decisive, dunque, per capire dove andrà la Germania. E l’Europa che, ovviamente, risentirà della direzione che prenderà Berlino nell’era post-Merkel.





Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: