fbpx



Diasorin al grande colpo negli Usa. L’azienda italiana della diagnostica ha annunciato l’accordo di fusione per l’acquisizione di Luminex Corporation, quotata al Nasdaq, da per un prezzo in contanti pari a 37 dollari per azione, che portano a una valutazione della società americana di 1,8 miliardi di dollari.

Luminex sviluppa, produce e vende tecnologie proprietarie e prodotti per esami biologici con varie applicazioni nei settori della diagnostica e del life science. Con più di 900 clienti attivi, è leader nel mercato della diagnostica molecolare multiplexing, settore con la crescita più rapida nel mercato della diagnostica molecolare.

Loading…

«Luminex è perfettamente in linea con la nostra strategia e con la volontà di rafforzare il nostro posizionamento nella diagnostica molecolare, di espandere la nostra presenza nel mercato statunitense e di creare ulteriore valore fornendo soluzioni al settore life science», sottolinea Carlo Rosa, ceo DiaSorin: «Con Luminex forniremo un’offerta ineguagliabile a laboratori, ricercatori, medici e pazienti in tutto il mondo grazie alla combinazione delle nostre numerose soluzioni in immunodiagnostica e diagnostica molecolare con la loro eccezionale competenza nell’ambito del multiplexing e del life science. Aspettiamo con impazienza di intraprendere questo percorso che vedrà le persone di DiaSorin e Luminex lavorare insieme per scrivere un nuovo capitolo della nostra nuova storia comune».

In seguito all’acquisizione, il fatturato consolidato su base combined per il 2020 sarebbe di circa 1,25 miliardi di euro, l’adjusted EBITDA di circa 472 milioni e la Posizione Finanziaria Netta positiva per circa 335 milioni. L’operazione verrà finanziata attraverso un mix di cassa e debito: al riguardo, DiaSorin ha firmato una linea con un sindacato di banche (che include BNP Paribas, Citi, Mediobanca e UniCredit) che prevede un term loan di 1,1 miliardi di dollari con scadenza nel 2026 e un bridge loan di altri 500 milioni con scadenza entro 12 mesi. A seguito dell’operazione il leverage ratio è stimato in circa 2,5 volte.

Il closing è atteso entro il terzo trimestre dell’anno e il prezzo per azione Luminex concordato rappresenta un premio di circa il 23,1% rispetto al prezzo di chiusura c.d. unaffected al 24 febbraio 2021 (ossia il giorno precedente a quando sono trapelate le prime indiscrezioni riguardanti l’eventuale vendita di Luminex) e a un premio di circa il 30,6% e di circa il 47,5% rispetto al prezzo medio ponderato sui volumi per il periodo rispettivamente di 30 e 90 giorni precedenti al 24 febbraio 2021.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: