fbpx


Spectrum Markets mette a disposizione degli investitori nuove opportunità di trading utilizzando i certificati turbo. Oltre agli indici, ai cambi e alle materie prime sono ora negoziabili sul mercato pan-europeo dei certificati prodotti legati a una selezione di titoli azionari quotati in Europa e negli Stati Uniti.

“Oltre agli indici, che rappresentano circa il 40-45% del volume generale di trading sui principali mercati europei, i turbo azionari sono scambiati da un buon terzo dei partecipanti al mercato tramite prodotti a leva”, spiega Eren Eraslan, Head of Product Innovation di Spectrum Markets. “Questa è la nostra risposta a una domanda crescente”.

Al momento del lancio, sulla piattaforma saranno disponibili prodotti legati a 70 azioni. La selezione prevede titoli che si qualificano come i più popolari negli Stati Uniti e in Europa e che attualmente quindi registrano un alto volume di scambi attraverso i certificati.

“Di solito, è solo un piccolo numero di azioni che rappresentano circa il 90% del volume di trading“, continua Eraslan. “Un’analisi nei paesi affiliati alla nostra piattaforma di trading paneuropea – tra cui Germania, Francia, Italia, Spagna, Svezia, Finlandia, Norvegia, Paesi Bassi, Irlanda e Belgio – indica chiaramente quanto sopra”.

Dai colossi IT Usa ai tre big bancari di Piazza Affari

Attualmente i settori meglio rappresentati sono IT (19 titoli), bancari/finanziari (11 titoli) e commercio/e-commerce (8 titoli). Alphabet, Amazon e Tesla, insieme ad altri nomi celebri di lunga data come LVMH Group, Coca-Cola Company, AstraZeneca e Deutsche Bank. Gli investitori avranno accesso anche ad aziende di nicchia fortemente innovative come il produttore di sostituti della carne a base vegetale Beyond Meat, il gruppo olandese di pagamenti Adyen e la società cinese di veicoli elettrici NIO. Dal mercato italiano, saranno negoziabili attraverso certificati turbo le azioni di Intesa Sanpaolo, Telecom Italia e UniCredit.

Questo tipo di strumenti permette possono essere utilizzati anche a fini di copertura. La presenza della leva sottostante dei certificati turbo permette agli investitori individuali di investire solo una frazione del prezzo del titolo per ottenere un’esposizione ai movimenti del prezzo delle azioni sottostanti. “Abbiamo ulteriormente ampliato la nostra gamma di prodotti con quest’ultima aggiunta. L’obiettivo è quello di aggiungere successivamente un numero selettivo di azioni in risposta alla domanda dei clienti”, conclude Eraslan.





Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: