fbpx


(Teleborsa) – La Calabria passa in zona gialla. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato infatti firmato l’ordinanza che decreta il passaggio della Regione nella prima area di restrizioni per contenere i contagi da Covid. In base al monitoraggio settimanale della Cabina di regia nel frattempo sono cinque le Regioni, attualmente classificate a rischio moderato, ad alta probabilità di progressione a rischio alto. Si tratta di Abruzzo, Emilia Romagna, Liguria, Marche e Veneto. La Regione Liguria potrebbe passare in zona gialla dalla settimana di Natale, secondo il governatore ligure, Giovanni Toti: “L’unico parametro che ci tiene in zona bianca – ha detto – è il numero di ospedalizzati in media intensità ma il flusso degli ultimi giorni supera i 30 pazienti al giorno su base regionale’.

Il direttore della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, ha dichiarato che in Italia sono 26 i casi segnalati di variante Omicron: “la variante Delta è ancora la variante predominante nel nostro Paese ma in altri Paesi europei comincia a circolare anche la variante Omicron le cui caratteristiche sono ancora in fase di studio”. “Siamo ancora in una fase non facile, questa nuova ondata di Covid sta toccando molto significativamente l’Europa e anche in Italia c’è una oggettiva crescita dei nuovi contagi, anche se siamo ancora uno dei Paesi con un quadro epidemiologico migliore, e ciò grazie alla campagna di vaccinazione che è la leva primaria. Dobbiamo avere fiducia nella scienza”, ha invece dichiarato il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo all’Assemblea nazionale della Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa (Cna), ricordando che ieri è stata superata la soglia dei 100 milioni di dosi somministrate.

Sono 20.497 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore (ieri 12.527). Sono invece 118 le vittime in un giorno (ieri 79). Sono 716.287 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute (ieri 312.828). Il tasso di positività è al 2,86%, in calo rispetto al 4% di ieri. Sono invece 816 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 5 in più rispetto a ieri. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 6.483, 150 in più rispetto a ieri.





Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: