fbpx


(ANSA) – ROMA, 10 APR – Confindustria vede una “incerta
risalita dalla voragine”. Il Centro studi di via dell’Astronomia
ha tagliato al +4,1% la sua previsione per il Pil 2021 e vede un
+4,2% per il 2022. “Non si tratta di crescita”, avvertono gli
economisti dell’associazione degli industriali, perchè così “a
fine 2022 l’economia italiana avrebbe a stento chiuso il
profondo gap aperto nel 2020 dalla pandemia”.
   
La previsione è comunque “condizionata all’avanzamento della
vaccinazione di massa in Italia ed in Europa”, quindi alla
“incertezza” dell’ipotesi che “la diffusione del Covid sia
contenuta in maniera efficace a partire dai prossimi mesi”.
   
(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


%d bloggers like this: