fbpx


(Teleborsa) – Ancora in calo l’indice Rt a livello nazionale, che scende a 1,01, rispetto alla scorsa settimana in cui si attestava invece a quota 1,1. E’ quanto emerge dalla bozza del Monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute sull’andamento dell’epidemia Covid in Italia.

“Nel periodo 5-17 agosto – si legge nel testo – l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,01 (range 0,93-1,12), in diminuzione rispetto alla settimana precedente, coincidente con la soglia epidemica”.

“Si osserva una lieve diminuzione anche dell’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero”, viene segnalato nel monitoraggio. L’Rt ospedaliero, secondo quanto riporta la bozza, scende a 1,04 (dato al 17 agosto) da 1,08 (dato al 10 agosto)

Sale da 74 a 77 casi per 100mila abitanti l’incidenza di Covid in Italia. E’ questo il dato riportato negli indicatori decisionali, basati su numeri ministero della Salute e Protezione civile. Dato che fotografa la situazione in tempo reale e fa riferimento al periodo 20-26 agosto.
Aumento che si registra anche nei dati della bozza del Monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute sull’andamento dell’epidemia (flusso Iss), in cui si prende in considerazione un periodo diverso, cioè dal 16 al 22 agosto: in questo arco temporale di riferimento
l’incidenza risulta in aumento da 69 a 71 per 100mila abitanti.

Intanto, la Sicilia è la prima Regione dello Stivale che torna in zona gialla dal prossimo lunedì 30 agosto. Si attende l’ufficialità. La crescita del tasso di occupazione delle aree mediche e delle terapie intensive resta costante nell’Isola, che secondo i dati Agenas ha sforato i nuovi parametri previsti per il cambio di colore. A rischio anche la Sardegna che però dovrebbe essere salva.





Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: