fbpx

[ad_1]

I listini europei si muovono all’insegna della cautela nell’ultima seduta del trimestre. Gli investitori restano alle prese con la prospettiva di una ripresa economica post Covid più rapida del previsto che potrebbe portare a sua volta a un ritiro anticipato delle misure ultra espansive da parte della banche centrale in seguito al rialzo dell’inflazione. I rendimenti del Treasury decennale Usa restano così sopra l’1,7% – dopo essere saliti fino all’1,8% – nel giorno in cui il presidente americano Joe Biden alzerà il velo sul maxi piano di investimenti nelle infrastrutture, che aveva favorito gli acquisti già nella seduta di martedì 30 marzo.

Segnali incoraggianti sul fronte macroeconomico sono arrivati anche dalla Cina, dove in base agli indici Pmi l’attività manifatturiera ha accelerato in marzo, registrando il tasso di crescita più forte da tre mesi.

Loading…

A Piazza Affari gli acquisti premiano Exor e Buzzi

Tra i titoli milanesi a maggiore capitalizzazione, sul FTSE MIB gli acquisti premiano Exor e Buzzi Unicem. Bene anche Eni insieme a tutto il settore petrolifero mentre il prezzo del greggio guadagna terreno alla vigilia del vertice Opec+ che dovrebbe confermare i tagli alla produzione.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib

Loading…

Crolla del 30% Deliveroo al debutto a Londra. Debole H&M

Debutto shock per Deliveroo a Londra con il titolo che è crollato del 30% nelle prime battute di contrattazione, ben al di sotto quindi del prezzo di collocamento di 390 pence per azione, che valutava il gruppo 7,6 miliardi di sterline (10,5 miliardi di dollari). In calo anche i competitor di Deliveroo, Just Eat e Delivery Hero. A pesare sul sentiment degli investitori ci sono anche i numeri di H&M che ha chiuso in trimestre in rosso e ha annunciato che le vendite sono in ripresa dal mese di marzo. Nessun dividendo quest’anno per gli investitori.

[ad_2]

Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: