fbpx


L’intervento della Banca centrale cinese ha sostegno della crescita economica e le dichiarazioni rassicuranti della comunità scientifica sui sintomi collegati alla variante Omicron del Covid sostengono i listini azionari europei, che consolidano le posizioni conquistate ieri e mettono a segno nuovi rialzi. Gli investitori salutano con favore in particolare la decisione della People’s bank of China di tagliare di mezzo punto il tasso di riserva obbligatoria per le banche, “liberando” di fatto 1.200 miliardi di yuan (188 miliardi di dollari) per possibili investimenti. Pechino punta così a sostenere anche il settore immobiliare messo sotto pressione dal tracollo di Evergrande. Il premier Li Keqiang, inoltre, ha sottolineato che c’è spazio per fare ricorso a una serie di strumenti di politica monetaria.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib

Loading…

Il FTSE MIB di Piazza Affari guadagna così terreno trainato da Pirelli & C e Stmicroelectronics, quest’ultima in scia al rimbalzo del settore tecnologico asiatico. Occhi puntati su Stellantis, che ha annunciato la nuova strategia tech da cui punta a ottenere 20 miliardi annui di ricavi entro il 2030.

Spread in rialzo a 133 punti, il petrolio sale ancora

Sull’obbligazionario, spread BTp-Bund in netto rialzo. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark e il titolo di pari durata tedesco segna in avvio 133 punti base dai 126 punti della vigilia. In salito anche il rendimento dei decennali italiani allo 0,95% dallo 0,89 per cento.

Sul mercato dei cambi, euro in lieve rialzo a 1,1288 dollari (da 1,1278 ieri in chiusura) e 128,29 yen (127,95), mentre il rapporto dollaro/yen è pari a 113,66 (113,44). Continua a salire il prezzo del petrolio. Il future gennaio sul Wti guadagna l’1,76% a 70,71 dollari al barile, mentre la consegna febbraio sul Brent è in rialzo dell’1,52% a 74,19 dollari.

Per Tokyo miglior giornata da inizio novembre

La Borsa di Tokyo, intanto, ha messo a segno il miglior progresso in oltre un mese, spinta da timori ridimensionati sulla variante Omicron e dalla determinazione di Pechino nel sostenere la crescita. L’indice Nikkei è rimbalzato dell’1,89% a 28.455,60 punti (+528 punti), la migliore sessione dal primo novembre. L’indice Topix ha fatto ancora meglio, salendo del 2,17% a 1.989,85 punti. In Cina, il presidente Xi Jinping ha assicurato che lo Stato sosterrà il settore immobiliare, scosso dal tracollo di Evergrande. La Banca centrale della Repubblica Popolare ha abbassato di mezzo punto percentuale il tasso di riserva obbligatoria per le banche, una misura per incoraggiare gli istituti finanziari a prestare di più e a condizioni migliori. Anche la borsa di Hong Kong è andata bene, con l’indice Hang Seng in rialzo di oltre l’1,9%, mentre i mercati azionari di Shanghai e Shenzhen sono scesi.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: