fbpx

[ad_1]

© Reuters. Il cartello stradale di Wall Street a New York

(Reuters) – Gli indici principali di Wall Street sono in calo, con gli investitori che vendono i tecnologici riversandosi su titoli sottovalutati come bancari e industriali, anche alla luce dell’aumento dei rendimenti dei bond Usa.

Apple (NASDAQ:), Microsoft (NASDAQ:), Amazon (NASDAQ:) e Broadcom cedono tra lo 0,9% e il 2,7%, mentre il rendimento del Treasury a 10 anni tocca un nuovo massimo di 14 mesi.

Il è impostato per registrare la prima perdita mensile da novembre, visto che il rialzo dei rendimenti a partire dal mese scorso ha colpito in modo particolare i titoli tech, nelle cui alte valutazioni è spesso prezzato un contesto di tassi bassi.

L’indice è ancora il 7% circa sotto i massimi storici di chiusura, mentre le scommesse su una pronta ripresa economica guidate dalla distribuzione dei vaccini e da misure di stimolo senza precedenti hanno aiutato l’ e il a mettere a segno massimi record di chiusura la scorsa settimana.

Domani il presidente Joe Biden rivelerà nuovi dettagli sulla prima fase del piano di infrastrutture, che potrebbe valere fino a 4.000 miliardi di dollari.

I sottoindici finanziario e industriale, legati all’economia, sono gli unici in territorio positivo, mentre tech e utilities fanno segnare le perdite peggiori.

I bancari rimbalzano dell’1,7% con gli investitori rincuorati dai segnali che l’impatto del default di un hedge fund Usa non ha contagiato il resto del mercato.

Alle 17,00 il Dow Jones cede lo 0,20% a quota 33.104,20, l’S&P500 perde lo 0,21% a 3.961,44 punti e il Nasdaq cala di 0,37% a 13.007,79.

Il guadagna il 2,6% dopo che Reuters ha scritto che Paypal (NASDAQ:) annuncerà di aver iniziato a permettere ai suoi clienti Usa di effettuare pagamenti in criptovalute presso i venditori certificati dall’azienda. Il titolo PayPal guadagna l’1%.

(Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Milano Sabina Suzzi, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.



[ad_2]

Source link

REGISTRATI ORA