fbpx

[ad_1]

© Reuters. L’edificio della Borsa di Milano

MILANO, 29 marzo (Reuters) – A metà seduta Piazza Affari prosegue in rialzo, in sintonia con le altre borse europee, mentre tra gli investitori torna l’appetito per il rischio dopo i timori sollevati dal default dell’hedge fund Archegos.

A sostenere il buon andamento della borsa italiana e di quelle europee anche le speranze di una ripresa economica spinta dall’avanzamento della campagna vaccinale.

Tra i titoli in evidenza:

Recupera il comparto bancario dopo il calo di ieri sulla scia di Nomura e Credit Suisse, che avevano messo in guardia su perdite significative dopo il default di Archegos Capital. In luce soprattutto UNICREDIT (MI:) e BANCO BPM (MI:) con rialzi intorno all’1,5%. Fuori dal corre POP SONDRIO, segnando +4,9%.

Creval (MI:) in rialzo dell’1,1% a 12,256 euro nel primo giorno dell’Opa di Credit Agricole (PA:) Italia, sempre più distante dal prezzo proposto di 10,5 euro.

Cnh Industrial (MI:) avanza del 2,7% sulle indiscrezioni che la cinese FAW sta andando avanti con i preparativi per un’offerta su Iveco, riportando l’attenzione sul deal. A inizio gennaio Cnh aveva confermato di aver riavviato le trattative per vendere la maggioranza di Iveco al gruppo automobilistico cinese.

Tonica Moncler (MI:) (+2,7%), aiutata dalla promozione di Deutsche Bank (DE:) a ‘buy’ da ‘hold’ con target price a 55 da 52 euro. UBS ha invece tagliato il prezzo obiettivo a 50 da 51 invece.

Restano indietro le utilities, in fondo al listino principale. Perdono oltre l’1% Enel (MI:), Terna (MI:), Italgas (MI:).

Carraro avanza dello 0,8% a 2,43 euro, leggermente sopra il prezzo d’Opa di 2,4 euro annunciata nel fine settimana da parte della famiglia Carraro con l’obiettivo di delistare il titolo da Piazza Affari.

(Giancarlo Navach, in redazione a Roma Stefano Bernabei)

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.



[ad_2]

Source link

REGISTRATI ORA