fbpx


(ANSA) – PECHINO, 11 OTT – La Borsa di Hong Kong apre in
territorio positivo: l’indice Hang Seng guadagna l’1,30%,
salendo a 25.161,80 punti, malgrado le incertezze pendenti
ancora su Evergrande, il secondo sviluppatore immobiliare cinese
oberato da 305 miliardi di dollari di debiti.
   
La compagnia, i cui titoli restano ancora sospesi in attesa
di una “importante transazione”, ha finora mancato il pagamento
di due coupon su bond offshore maturati lo scorso mese (da 83,5
milioni il 23 settembre e da 47,5 milioni il 29 settembre),
mentre deve affrontare più scadenze in settimana su rimborsi di
cedole dal valore complessivo di 148,1 milioni di dollari,
secondo i dati Refinitiv.
   
Le scadenze mancate di Evergrande per pagare banche,
fornitori e creditori al dettaglio hanno portato alla
sospensione di oltre la metà dei suoi 800 progetti in tutta la
Cina. La società sta cercando di vendere beni e attirare
investitori. La crisi del gruppo di Shenzhen, insieme ai mancati
rimborsi da parte di rivali tra cui Fantasia Holdings, ha
innervosito gli investitori e ha fatto impennare il costo dei
prestiti ad alto rendimento in Cina. I problemi di Evergrande,
se non contenuti rapidamente, farebbero innervosire ancora di
più un settore immobiliare cinese già alle prese con un crollo
delle vendite e potrebbero avere ricadute più ampie sulla
crescita economica della Cina. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


%d bloggers like this: