fbpx



MILANO – Anche per il 2021 è raddoppiata la quota di “fringe benefit” (i cosiddetti compensi in natura) che il datore di lavoro può versare esentasse al lavoratore, senza cioè ampliarne la base imponibile: da 258,23 a 516,46 euro.

L’estensione del beneficio – introdotto per il 2020 dal decreto Agosto – arriva quando lo smart working domina ancora la vita lavorativa di molte persone e, secondo gli osservatori, resterà una pratica ben diffusa anche una volta ritornata la normalità.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: