fbpx

[ad_1]

© Reuters. LG: basta telefonini dall’estate

Entro luglio LG non produrrà più telefonini. Perché non è detto che con i cellulari si facciano sempre soldi. Negli ultimi decenni diverse aziende si sono lanciate in questo settore, ad esempio Nokia, che dai pneumatici è finita a produrre strumenti tecnologici avanzati come i cellulari. LG starebbe facendo il percorso inverso. Quello di LG, azienda sudcoreana, è un po’ un paradosso in una guerra commerciale senza esclusione di colpi. 28 milioni di terminali venduti l’anno scorso, LG è la terza marca in America, ma non può competere con giganti come Apple (NASDAQ:) o Samsung che da sola di telefonini ne ha venduti 256 milioni in un solo anno.

Tutto il mondo parla della decisione dell’azienda

Il gruppo coreano punta a focalizzare maggiori risorse in altre aree di crescita come i componenti dei veicoli elettrici, i dispositivi connessi, la smart home, la robotica, l’intelligenza artificiale e le soluzioni B2B insieme a piattaforme e servizi. L’esperienza nelle tlc servirà all’azienda per sviluppare tecnologie legate alla mobilità come il 6G, per aiutare a rafforzare ulteriormente la propria competitività in altre aree di business.

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.



[ad_2]

Source link

REGISTRATI ORA