fbpx


Dopo il calo di giovedì dei mercati azionari (con gli indici Europei in calo di circa 1/2%, quelli americani dello zero virgola) alcuni siti specializzati piuttosto che giornali hanno urlato al bagno di sangue piuttosto che al crollo in arrivo. Come dico sempre tuttavia finchè non esistono segnali evidenti di inversione del trend, mettersi contro il mercato (o peggio contro la FED, ancora accomodante nonostante tutto) è un suicidio finanziario. La giornata di venerdì infatti ha recuperato ampiamente il terreno perso il giorno prima, confermando che il mercato al momento resta costruttivo, anche perchè (vedi rendimenti Titoli di Stato, NON CI SONO ALTERNATIVE OGGI). Questo chiaramente non significa esporsi a caso ma avere sempre una strategia che tenga conto comunque di valutazioni oggettivamente e storicamente elevate. Detto questo, in settimana partono le trimestrali, che dovranno quelle sì giustificare le valutazioni attuali del mercato azionario. Dopo un 2020 deludente, il 2021 si prospetta come l’anno del rimbalzo, vedremo se il Q2 sarà in linea con il Q1. Soffre ancora Bitcoin , che continua ad oscillare nel canale 31-38k, anche se una rottura del supporto potrebbe portare a nuovi cali importanti.



Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: