fbpx


(Teleborsa) – L’Unione Europea deve supportare la riapertura dei 298 impianti di produzione automobilistici europei e della filiera dei fornitori, introducendo allo stesso tempo misure di sostegno alla domanda. E’ quanto chiede l’Associazione dei Costruttori Automobilistici Europei (ACEA) ricordando che con il blocco delle attività per l’epidemia di coronavirus è stata persa la produzione di 2,3 milioni di vetture.

“Un rilancio dell’industria dell’auto è vitale per la ripresa economica europea” sostiene il direttore generale dell’Acea Eric-Mark Huitema.
“Se vogliamo recuperare in pieno la produzione europea, i produttori di auto e la catena dei fornitori devono riavviare i loro impianti nel modo più veloce e coordinato possibile” ha aggiunto “per questo chiediamo all’Unione Europea di sostenere una ripartenza coordinata delle attività e degli investimenti nella catena dei fornitori. Sono necessarie anche misure per sostenere la domanda considerato che le vendite sono crollate ai minimi storici in molti mercati”.





Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: