fbpx

[ad_1]

Apple estende l’Independent Repair Provider nel mondo

Apple Inc. (:NASDAQ:) espanderà il suo programma Independent Repair Provider (fornitore di riparazioni indipendenti) in oltre 200 Paesi, offrendo ai clienti di tutto il mondo un’alternativa conveniente per “riparazioni sicure e affidabili” dei prodotti Apple.

Cosa è successo: l’azienda di Cupertino ha affermato che il programma verrà esteso a “quasi tutti i Paesi in cui vengono venduti i prodotti Apple”.

Il programma offrirà ai fornitori di riparazioni di qualsiasi grandezza, compresi coloro i quali non sono fornitori di servizi Apple autorizzati (AASP), l’accesso a parti, strumenti, manuali di riparazione e diagnostica originali Apple per eseguire riparazioni fuori garanzia dei dispositivi della mela morsicata.

L’azienda guidata da Tim Cook fornirà ai negozi di riparazione indipendenti la stessa formazione gratuita e gli stessi strumenti forniti agli AASP e ai punti vendita Apple; i fornitori di riparazioni potranno anche acquistare parti e strumenti originali Apple allo stesso prezzo degli AASP.

Il programma è stato inizialmente lanciato da Apple nel 2019 e lo scorso anno è stato esteso all’Europa e al Canada; ora esistono oltre 1.500 sedi di Independent Repair Provider con clienti negli Stati Uniti, in Canada e in Europa.

Sebbene non ci siano costi per aderire al programma, i fornitori di riparazioni dovranno impegnarsi ad avere un tecnico certificato Apple per eseguire le riparazioni; il processo per la certificazione è semplice e gratuito, secondo il colosso californiano.

I fornitori di riparazioni in Paesi come Australia, Brasile, Giappone, India e Corea del Sud potranno aderire al programma a partire dalla fine di questa settimana; entro la fine dell’anno il programma sarà lanciato anche in altri Paesi, tra cui Cina e Israele.

Perché è importante: l’espansione del programma darà ai clienti Apple (compresi coloro che vivono in aree remote o con alternative limitate) un accesso più facile ai servizi di riparazione per i loro dispositivi durante la pandemia di Covid-19.

Tuttavia, in un report di Motherboard dello scorso anno si legge che i centri di riparazione indipendenti che aderiscono al programma dovranno accettare controlli e ispezioni senza preavviso dei loro negozi da parte di Apple; quest’ultima potrà anche imporre multe qualora vengano utilizzate parti di ricambio vietate.

Movimento dei prezzi: lunedì le azioni Apple hanno chiuso in aumento di circa lo 0,2% a 121,39 dollari.

Leggi l’articolo anche in Benzinga Italia

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.



[ad_2]

Source link

REGISTRATI ORA