fbpx

[ad_1]

(Teleborsa) – In vista delle festività pasquali qualcosa si muove nel settore del trasporto aereo, che vede ripartire i primi voli all’estero ed anche verso le più gettonate mete nazionali. Nei prossimi giorni sono previsti dall’Aeroporto di Bergamo circa 150 movimenti verso 46 destinazioni. Lo conferma Emilio Bellingardi, direttore generale di SACBO, la società che gestisce lo scalo di Orio al serio, in una intervista a Sky Tg 24.

“Un dato non ancora comparabile con il 2019, ma qualche ripresa c’è verso destinazioni nazionali ed anche estere”, afferma Bellingardi, aggiungendo “ci aspettiamo un effetto rimbalzo compatibilmente con l’allentamento delle restrizioni, in atto nei Paesi di destinazione, e il progressivo avanzamento del piano vaccinazioni“.

Per Bellingardi però servono delle regole comuni per gli aeroporti, su partenze e modalità di effettuazione dei tamponi. “Le regole sono necessarie – sottolinea – ma è importante avere un approccio assolutamente rispettoso alla gestione della pandemia, che è ancora in atto in molti Paesi. Se non riprende il traffico aereo in Italia è difficile immaginare che tutta la filiera collegata all’accessibilità turistica degli stranieri possa riprendersi”.

“Abbiamo un patrimonio immenso culturale, fieristico, eventi teatrali, ristoranti, aeroporti, negozi, ma è importante capire che tutto questo può ripartire solo con regole chiare che consentano la riapertura degli aeroporti“.

Parlando del possibile arrivo del passaporto di vaccinazione europeo a giugno, Bellingardi ha auspicato che le autorità preposte lo facciano nel più breve tempo possibile. “Dobbiamo sbrigarci, lo dobbiamo a tutti, comprese le persone che hanno dato tanto durante questa emergenza”, ha concluso.



[ad_2]

Source link

REGISTRATI ORA
%d bloggers like this: